http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg
avvocato risarcimento danni intervento chirurgia errato calderara di reno

Studio Legale | Diritto Penale | Avvocato Penalista

differenza tra denuncia e querela | studio legale specializzato: diritto difesa penale

avvocato differenza tra denuncia e querela | studio legale specializzato: diritto difesa penaleAvvocato Penalista: C’è differenza tra denuncia e querela: con la denuncia, avanzata dal Funzionario Pubblico o dalla singola persona, viene comunicato al PM o alla polizia giudiziaria un caso configurato come illecito (artt. 331 e ss. c.p.p.); altresì, il singolo soggetto può inoltrare la propria denuncia anche in forma orale (art. 333 c.p.p.), l'studio legale specializzato in diritto penale conta con diverso avvocati penalisti e cassazionisti nel suo staff e ha una rete di domiciliatari e collaboratori in tutta l'Italia, principali sedi a : Roma, Milano, Napoli,Torino, Palermo, Genova, Bologna, firenze, Padova e Cagliari.

Avvocato Penalista: In questo caso si procede d'ufficio, senza che via sia per forza l'intercessione della parte lesa. Mentre, la querela è una procedura avanzata per alcuni specifici illeciti come quelli inerenti ferite, colpi, offesa, diffamazione, ed è caratterizzata dal cosiddetto requisito di procedibilità.

Avvocato Penalista: Con la querela viene dimostrata l’intenzionalità del soggetto leso a procedere per uno specifico illecito (artt. 336 e ss. c.p.p.); la suddetta, può essere inoltrata in forma orale in cui viene compilato un rapporto scritto da parte del funzionario a cui viene esposta, può essere ritirata se già inoltrata, o ricusata se ancora non si è provveduto ad inoltrarla.

Per legge, inoltre, la presentazione della querela possiede dei termini di scadenza. L'art. 124 c.p. prevede che venga presentata nell’arco di tre mesi dal giorno in cui si acquisisce la consapevolezza del caso configurabile come illecito e dal momento in cui si identifica anche il responsabile del medesimo illecito

. Può succedere, infatti, che si conosce l’illecito che si è subito e il giorno e il luogo in cui è accaduto, ma non si ha consapevolezza e conoscenza del responsabili o dei fattori che lo hanno determinato, per questo bisogna condurre delle indagini per un corretto accertamento.

Proprio per queste ragioni, in siffatte circostanze, il termini di scadenza comincerà a decorrere dal giorno in cui sarà chiara e precisa la circostanza oggettiva e individuale dell’illecito. Cerchiamo, ora, di capire come si riesce ad ottenere un indennizzo per un danno causato da un illecito.

Se si è stati lesi dall’illecito ci sono due modi per ottenere l’indennizzo. Nella prima ipotesi ci si può costituire parte civile durante il processo penale; questa circostanza prevede una richiesta di risarcimento di tipo privato, in quanto la procedura penale acquista un carattere discrezionale che prevede come partecipanti solo lo Stato, nella veste del Pubblico Ministero, e l’indagato.

Costituendosi parte civile, il soggetto danneggiato può non solo pretendere di essere risarcito, ma può anche presentare tutta una serie di documentazioni utili per provare la sussistenza dell’illecito.

L'studio specializzato a Napoli si ocupa anche di: diritto penale minorile, militare, tributario, amministrativo, denuncie per stalking, querele, Ingiuria, oltraggio, diffamazione, difesa reati penali, responsabilità medica penale, crimini informatici, crimine informatico, reati telematici, sequestro di persona, estorsione, rapina, stupro, associazione per delinquere, truffe, frodi fiscali, omicidi colposi, colpa medica, traffico di rifiuti, detenzione materiale pedopornografico, omicidi colposi in incidenti stradali, Estradizione internazionale

Materie: Diritto penale, Diritto dell’Ambiente, Diritto Commerciale internazionale, Diritto di Famiglia(separazione - divorzio e affidamento figli minorenni) , Diritto  del Lavoro, Diritto Informatico, Diritto Fallimentare, Diritto Finanziario, Diritto penale Minorile, Diritto penale militare, Diritto penale amministrativo, Diritto penale internazionale, Diritto penale Aziendale, Diritto Tributario, Diritto Penitenziario, Diritto bancario, Diritto edilizio, Diritto Penale urbanistico, Diritto Penale Europeo, Reati Informatici e Telematici, Reati penali Internazionali, Crimini di Guerra, Diritto Penale assicurativo.

- puo anche ricevere il servizio di  nostri migliori avvocati penalisti a: l'Aquila,  Chieti, Pescara, Teramo, Matera, Potenza, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Bologna, Ferrara, Forli-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine, Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo.

- i nostri collaboratori sono anche a: Genova, Imperia, Spezia, Savona, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio, Varese, Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino, Campobasso, Isernia, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Bari.

- l'studio legale di consulenza e assistenza ha sedi anche a: Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Sassari, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani, Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena, Bolzano, Trento, Perugia, Terni, Valle d'Aosta, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza.

Altra ipotesi consiste, invece, nell’avviare da parte del soggetto leso un regolare iter di verifica per imputabilità da azione illecita, sia negoziale che extranegoziale, di fronte al giudice, che si concluderà con un vero e proprio processo penale, a meno che all’inizio della procedura civile, a livello penale non sia già stato emesso un giudizio di primo livello o vi sia sta la costituzione di parte civile (in siffatta circostanza, riservatamente annullata, art. 82 c.p.p.).

Con la possibilità dell’utilizzo delle due metodologie, la legge ha sancito l'indipendenza del giudizio penale rispetto a quello civile o amministrativo, tranne che per le circostanze di preclusione esclusiva dell’imputato civile rispetto al penale riguardante le contese su questioni relative alla stato di cittadino e a quello familiare, art. 3 c.p.p.).

Di fronte ad una sentenza di tipo civile, il risarcimento richiesto dovrà considerare pure il danno etico, ovvero quello non patrimoniale, di solito non considerato nelle domande che non prevedono delle tipologie configurabili come illecito.